GAETAVOLA | Associazione di Promozione Sociale

SERATA DI PREMIAZIONE VENERDI 05 FEBBRAIO 2010

RISTORANTE: GRAND HOTEL VILLA IRLANDA

PATRON: Famiglia Spinosa

 

MENUPROPOSTO:

Benvenuto: flùte di prosecco Valdobbiadene (100% Glera )

Antipasto: fagottino di pasta fillo con calamari e cozze, carpaccio di seppie con caviale di aranci su letto di finocchi, alici del golfo farcite in pastella, spuma di baccalà e crema di ceci

Vino abbinato: Corbello IGT di Roccamonfina ( rosato ) Cantina Telaro – Galluccio (CE)

Primo piatto: mezze maniche alla Gaetana               

Secondo piatto: tronchetti di spigola, lattuga e asparagi su tortino di patate con parnocchia”gratinata” e vellutata di vongole

Vino abbinato: Greco IGT di Roccamonfina ( bianco ) Az. Ag. La Starza – Produzione Vini Telaro – Galluccio ( CE )

Dessert: bavarese agli agrumi di Villa Irlanda

 

E’ il Follaro di Chef Davide Orlando il vincitore della I edizione di A Cena con Gaetavola.

Battuti proprio sul filo dei centesimi di punteggio gli altri due ristoranti entrati tra i tre finalisti: Re Ferdinando II e Ariana.

A Cena con Gaetavola non aveva sicuramente lo scopo di eleggere il miglior ristorante di Gaeta ma essere il pretesto per ridare il giusto valore alla cucina Gaetana per farne un importante fonte d’attrazione turistica. Posso quindi dire che tutti i sei ristoranti partecipanti hanno moralmente vinto proprio perchè hanno sposato quest’idea alla base del concorso, proponendo sulle loro tavole una cucina fatta soprattutto di prodotti locali, ricette delle tradizioni gaetana e loro creative reinterpretazioni.Poi anche sotto l’aspetto della gara vera e propria le distanze tra tutti i sei partecipanti sono state veramente esigue e credo che tutti si siano impegnati al massimo per meglio interpretare il decalogo del concorso. Ogni vera gara ha comunque alla fine per forza di cose un primo classificato che và premiato, quindi complimenti a chef Orlando e allo staff del suo ristorante per questo risultato  che non deve essere un punto d’arrivo ma lo stimolo a mantenere sempre elevati gli standard della sua proposta. ” questo il commento al premio di Cosmo Pesigi Presidente di Gaetavola.

Gli altri tre competitori per l’edizione 2009 sono stati L’Enoteca di Luigi Raschi, Il Mandracchio e Antico Vico.

Una vera e propria serata di gala quella di premiazione presso il Grand Hotel Ristorante Villa Irlanda con 250 presenze e un menu davvero d’eccezione, degno della partecipazione al concorso, preparato dallo Chef di Villa Irlanda.

Dopo una breve presentazione di Carlo Andrea Di Nitto, uno dei soci fondatori di Gaetavola, che raccontava ai commensali un po’ di storia dell’associazione, parola al presidente Pesigi che prima salutava idealmente tutti i presenti stringendo la mano al Sindaco Antonio Raimondi presente in sala, e poi dettava con l’abilità di un consumato presentatore i tempi e modi della serata.

Durante la cena venivano presentati, tramite la proiezione di alcune diapositive, i risultati di una piccola ma indicativa ricerca di mercato sulla ristorazione Gaetana fatta su un campione di più di 100 residenti. Lo scopo di questa ricerca è stato quello di proporre ai ristoratori gaetani utili indicazioni circa i punti di forza e le criticità della loro cucina e quindi su come migliorare la loro offerta al pubblico.

Poco prima del dolce ecco la cerimonia di premiazione: prima il direttivo consegnava a tutti i sei i ristoratori come attestato di partecipazione un cestello per il vino personalizzato con il marchio Gaetavola, poi come in un gran concorso, con slide successive che proponevano prima i loghi di tutti i partecipanti, poi i tre finalisti, Pesigi lanciava quella finale del vincitore.

Un commosso ed emozionato Davide Orlando riceveva il premio, una splendida cornice dorata con fondo in raso rosso contenente forchetta coltello e un piatto con inciso su vincitore di…, dalle mani del padrone di casa Angelo Spinosa.

La splendida serata si chiudeva, mentre sullo schermo campeggiava la scritta che lanciava l’edizione 2010 del concorso, con l’ultimo pensiero del presidente rivolto ancora una volta a tutti i soci dell’associazione per essersi prestati con professionalità e senso critico nel giudicare le sei cene.

 

   

 

   
  
   

 

L'Associazione

Gaetavola nasce nel 2002 con l’intento di rivalutare le buone tradizioni gastronomiche del territorio comprendente Gaeta ed i comuni circostanti.

Dalle nostre tavole sempre più spesso scompaiono sapori ed odori che sono, o dovrebbero essere, parte integrante della nostra cultura e tradizione, soppiantati da prodotti commerciali che si assomigliano sempre di più annullando il gusto dei cibi.

La bontà di un pesce appena pescato, la fragranza di un dolce tipico, la freschezza di un’insalata di pomodori ovvero di un frutto appena raccolto costituiscono un piacere di non facile descrizione. La possibilità che si possa gustare qualcosa del genere nella preparazione del pasto di ogni giorno rappresenta uno dei motivi per cui si è costituita Gaetavola.

Facebook