GAETAVOLA | Associazione di Promozione Sociale

SERATA DI PREMIAZIONE VENERDI 10 FEBBRAIO 2012

DIECI ANNI di GAETAVOLA

 

RISTORANTE: GRAND HOTEL VILLA IRLANDA

PATRON: Famiglia Spinosa

CANTINA OSPITE: Az. Ag. Cincinnato – Cori ( LT )

DIVERTISSEMENT: poemi, rime baciate e sonetti – Recita Dante Alighieri ( Massimiliano Carrisi – attore e cabarettista )

 

 

Antipasto: insalatina di gamberi con asparagi e mandarini di Villa Irlanda, polipo con fagiolini e mele annurche, perline di seppia con zucchine

Vino Abbinato: Spumante Cincinnato

Primo Piatto: gnocchi di ceci con aromi di garriga su vellutata di scarola ( mantecati con baccalà, pomodorini, olive di Gaeta e pinoli tostati)

Secondo Piatto: millefoglie di melanzane, pesce serra e provola su vellutata di vongole

Vino Abbinato:Castore”  - Bianco Lazio IGT – ( 100% Bellone ) 

Dessert: tortino di cioccolato al rum e pera

Vino Abbinato:  Moscato dell’Oltrepò Pavese ( 100% moscato ) Az. Vit. Vanzini – S. Damiano al Colle ( PV )

“…and the winner is…Trasparenze di Vino” cosi il Sindaco di Gaeta A. Raimondi annunciava il vincitore di A cena con Gaetavola 2011, il concorso riservato ai ristoranti di Gaeta ideato e lanciato con successo nel 2009 dall’omonima associazione.

Giunge così al termine la terza edizione con il terzo vincitore diverso in tre anni, a testimonianza di una buona qualità complessiva ed offerta diversa della ristorazione gaetana.. Oltre i neo campioni di Trasparenze DiVino gli altri ristoranti in gara quest’anno sono stati, Il Follaro, Atratino (campione uscente), Mediterraneo, , L’Enoteca Raschi, Il Ritrovo, Ariana, Re Ferdinando II.

Come per la scorsa edizione le otto cene, concordate in data e prezzo con i ristoranti partecipanti, hanno avuto come giudici i soci dell’Associazione e i loro ospiti, ai quali per ogni serata è stata consegnata una scheda di giudizio da compilare, con i seguenti elementi di valutazione: accoglienza, servizio, qualità del cibo, utilizzo di prodotti locali, capacità d’innovazione nella tradizione, carta dei vini e rapporto qualità/prezzo.

A partire da quest’anno, allo scopo di dare maggiore efficacia, continuità e veridicità al concorso sia in senso temporale, che del campione dei votanti, in modo da rendere ancor  più veritiero il risultato finale, oltre ad aver esteso, come detto, il voto anche agli ospiti dei soci Gaetavola, ampliando cosi il campione della valutazione, per i soli soci, l’associazione ha attivato un meccanismo di voto online permettendogli così di valutare I ristoranti partecipanti, durante tutto l’anno, quando ne sono stati clienti, non nella serata dedicata ma con menu e prezzo libero. 

I patron di Trasparenze Christian Rosato e Emanuele Nocella ricevevano il premio dedicandolo al loro staff per la capacità di tenere alto durante tutto l’anno lo standard qualitativo del loro locale, cosa che nell’economia del concorso è sicuramente contata grazie al voto online. Il Ritrovo e Il Follaro sono gli altri due ristoranti sul podio.

“Prima di tutto come sempre voglio partire facendo i nostri migliori complimenti a tutti e otto i ristoranti partecipanti, come ogni anno le differenze si sono contate nell’ ordine di pochi centesimi di punto testimoniando una’ottima qualità complessiva delle otto serate e non solo. Infatti da quest’anno oltre ad aver esteso il diritto al voto ai nostri ospiti, diritto prima riservato a noi soli soci Gaetavola, ampliando così il campione di valutazione per la singola serata, abbiamo attivato, tramite il nostro sito, con un enorme sforzo in termini tecnologici per un’associazione piccola come la nostra, la possibilità per i soli soci di valutare durante tutto l’anno, con un’apposita scheda online a loro riservata, gli 8 ristoranti partecipanti, quando ne sono stati clienti con menu e prezzo libero il tutto per dare maggiore efficacia, continuità e veridicità al concorso.

Devo assolutamente dire che la risposta a questa novità è stata ottima e ha sicuramente inciso in buona percentuale sul risulatato finale.

Siamo molto felici per la vittoria di Trasparenze, che già era entrato tra i finalisti dello scorso anno, perché è un ristorante della nuova generazione gaetana, tra i più trendy e innovativi in città, con una cucina e un target di clientela che si distacca da quello tradizionale, e ci onora il fatto  che abbia voluto farsi giudicare proprio sulla tradizione, anche se innovata e rielaborata.

 A cena con Gaetavola è nata da un’idea di serate di convivialità tra i nostri soci per divenire una operazione di stimolo e sviluppo della tipicità gastronomica gaetana da riportare sulle tavole dei nostri ristoranti, il premio è solo la conseguenza finale che ci si auspica incida, tramite l’idea della competizione,  a migliorare l’offerta della ristorazione gaetana, senza assolutamente la pretesa di eleggere il miglior ristorante di Gaeta, cosa, come più volte ribadito sicuramente impossibile con un campione di soli 8 ristoranti.”

Le parole a commento della premiazione del Presidente di Gaetavola Cosmo Pesigi.

La serata non è stata solo la cerimonia di premiazione del concorso, ma anche la festa di tutti i soci Gaetavola, ricorreva infatti il Decennale della fondazione (2002-2012) di questa ormai storica associazione gaetana.

Gaetavola nasce nel 2002 come Associazione di Cultura gastronomica, con la "mission" di

promuovere la cultura, la storia, le tradizioni, le bellezze naturali, e in special modo l'enogastronomia della nostra città e del territorio circostante. Conoscere il cibo di un territorio permette di comprendere cultura, clima, abitudini, storia del popolo che lo produce; soprattutto il cibo può essere considerato un formidabile veicolo attraverso il quale si condividono elementi importanti quali la convivialità, il benessere psico-fisico, l'amicizia e la qualità della vita.

Questi valori rappresentano, da 10 anni, per l'Associazione i motivi fondanti della sua attività, assolutamente volontaria e rivolta al bene comune.

Le celebrazioni del ”compleanno” sono iniziate con una piccola cerimonia di premiazione degli otto soci fondatori, che ricevevano un’elegante piatto incorniciato a ricordo della nascita dell’associazione. Il Presidente Pesigi chiamava per primo l’ex presidente, e oggi vice sindaco, e specialmente mente germinale dell’idea dell’associazione Salvatore Di Ciaccio.

Dopo un breve commento dello stesso Di Ciaccio venivano chiamati, in ordine rigorosamente alfabetico gli altri 7 papà di Gaetavola: Antonio Dell’Anno, Massimo De Prisco, Carlo Andrea Di Nitto, Marcello Di Principe, Cosmo Pesigi, Vincenzo Soccorso e Valerio Vaudo.

A partire dal prossimo anno, come annunciato dallo stesso Pesigi, tutti i soci che compiranno il decimo anno di affiliazione riceverano il piatto commemorativo.

Il culmine dei festeggiamenti del decennale di vita dell’associazione saranno Le Vie di Gaeta, evento clou tra quelli organizzati da Gaetavola e anch’esso giunto ai dieci anni di vita.

“Il mio pensiero finale e il mio grazie và sempre e specie quest’anno che ricorre il nostro 10° anniversario della fondazione,  a tutti i nostri soci che anche per quest’edizione si sono prestati a essere giudici  della competizione permettendoci così di realizzarne il format, e anche per la loro attività di volontariato che permette di tradurre in pratica, ormai da dieci anni, il lavoro concettuale del direttivo, consentendoci così di accogliere al meglio migliaia e migliaia di persone durante le nostre manifestazioni. Loro specialmente loro sono il cuore pulsante di Gaetavola.” questa la chiusura della serata del Presidente Pesigi.

Come ormai tradizione la serata di premiazione di A cena con Gaetavola è stata ospitata dal Grand Hotel Ristorante Villa Irlanda, che ha proposto a tutti i presenti un menu fatto di piatti reinterpretanti la tradizione locale con molti prodotti a Km 0.

Tutta la cena è stata allietata dalle rime del sommo poeta "Dante Alighieri" al secolo l'attore Massimiliano Carrisi, che ha intrattrattenuto tutti gli ospiti fin dal loro arrivo in Villa Irlanda, accompagnadoli per tutta la serata con visite ai tavoli e recitazione e spiegazioni di alcuni canti della Divina Commedia e non solo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

L'Associazione

Gaetavola nasce nel 2002 con l’intento di rivalutare le buone tradizioni gastronomiche del territorio comprendente Gaeta ed i comuni circostanti.

Dalle nostre tavole sempre più spesso scompaiono sapori ed odori che sono, o dovrebbero essere, parte integrante della nostra cultura e tradizione, soppiantati da prodotti commerciali che si assomigliano sempre di più annullando il gusto dei cibi.

La bontà di un pesce appena pescato, la fragranza di un dolce tipico, la freschezza di un’insalata di pomodori ovvero di un frutto appena raccolto costituiscono un piacere di non facile descrizione. La possibilità che si possa gustare qualcosa del genere nella preparazione del pasto di ogni giorno rappresenta uno dei motivi per cui si è costituita Gaetavola.

Facebook